Visto che dobbiamo restare a casa, impariamo qualcosa

Queste settimane sono strane per tutti. Per molti sono terribili, angoscianti – parlo di chi è direttamente coinvolto nell’emergenza, persone che sicuramente troverebbero sciocco pensare a come passare il proprio tempo in attesa che tutto finisca.

Sì, sono consapevole che ci sono persone in prima linea che stanno dando tutte le proprie energie per il bene della collettività. So anche che in questi giorni centinaia di migliaia di “privilegiati” chiusi nelle proprie case stanno facendo i conti con questo momento e con tutte le limitazioni che porta con sé. Fra qualche settimana, forse, ci lasceremo alle spalle le incertezze e le paure. I malati e i loro parenti tireranno un sospiro di sollievo; ci sarà chi piangerà i propri cari senza averli potuti salutare; medici, infermieri, volontari, farmacisti e tutti quei lavoratori che non si sono potuti fermare prima potranno finalmente farlo, dopo settimane di impegno senza sconti.

E noi, noi “privilegiati”? Ci guarderemo indietro e forse rifletteremo su quello che abbiamo passato, come corpo sociale e come individui. Cosa potremo dire di aver fatto e imparato in questi giorni sospesi?

Imparare qualcosa

I momenti di crisi sono sempre in grado di impartirci insegnamenti. Per esempio, io ho capito che devo avere in mente la solita lista di cose da fare. Proprio quando tutto sembra più confuso e indeterminato, devo darmi degli obiettivi. E allora ecco che mi è venuto in mente cosa potevo fare di utile per me e per gli altri: un piccolo videocorso su un argomento che conosco!

Noi “privilegiati” ci guarderemo indietro e forse rifletteremo su quello che abbiamo passato, come corpo sociale e come individui. Cosa potremo dire di aver fatto e imparato in questi giorni sospesi?

Videocorso base sull’ottimizzazione per i motori di ricerca

Cosa ho fatto per anni? Insegnare in aula. Cos’è che ho sperimentato alcune volte, ma mai in maniera totalmente autoprodotta? I corsi online. Ho fatto due più due e mi sono detta che avevo voglia di “regalare” un po’ delle mie conoscenze ma allo stesso tempo di imparare anche io qualcosa.

Il videocorso che trovate in questa pagina, liberamente fruibile su Youtube, è il risultato di questi sforzi. Quasi sei ore fra riprese, preparazione dei materiali e montaggio, per appena 9 minuti di video (argh!).

Se avete voglia di imparare qualcosa di nuovo in questi giorni di quarantena, date un’occhiata.

Ci saranno anche altre puntate nelle prossime settimane; questa è dedicata a una breve introduzione sull’argomento. Parliamo di come funziona Google, di quali sono i principali tipo di SERP che può mostrare, e di come iniziare a ragionare su che tipo di contenuti possiamo preparare per essere trovati online.

Attenzione: è proprio un corso base, se siete già dei professionisti dubito che possa insegnarvi qualcosa di nuovo.

Per chi lo avesse visto e avesse delle domande da fare: la sezione commenti di questo post è qui per voi.

Lasciatemi anche un feedback, se vi va: anche io desidero imparare qualcosa da questa quarantena. Le vostre opinioni mi aiuteranno a capire in cosa posso migliorare.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social

4 commenti
  1. Francesco
    Francesco dice:

    Brava Doris bella idea e devo dire che te la cavi bene in video… 🙂

    Che piattaforma hai usato per realizzarlo?

    A presto

    Fra

    Rispondi
    • admin
      admin dice:

      Grazie Francesco! I video e gli audio li ho realizzati in maniera “casereccia” tramite il mio computer, poi ho proceduto a montare il tutto con iMovie aggiungendo transizioni, slides e musica. Si potrebbe fare di meglio ma a condizioni date sono abbastanza soddisfatta di questa prima puntata 😉

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *