Il mio bisnonno era un cantastorie rinomato, in dialetto un “folàro”.

Forse per questo mi ha sempre fatto un po’ ridere il fatto che oggi si parli di “Storytelling” come se fosse qualcosa di nuovo, un fenomeno nato grazie al digitale.

Storytelling
Antonio Zaccaria: cantastorie, folaro, oggi lo chiamarebbero storyteller

Ebbene no, lo storytelling non è altro che narrazione, e la narrazione è uno degli elementi che da secoli, da millenni anzi, caratterizza la storia dell’essere umano.

Esattamente allo stesso modo, oggi si riscopre il “visual”: ma l’uso dell’immagine appartiene alla nostra storia. Questa modalità comunicativa, molto più della scrittura, ha contribuito a tramandare avvenimenti e tradizioni, dagli avvenimenti biblici agli eventi storici.

Fatta questa doverosa premessa, qualche tempo fa ho preso parte come docente a un corso sul Visual Storytelling. E mi è piaciuto tantissimo farlo, così come mi è piaciuto molto parlarne in questa intervista.

Se questo tema vi appassiona e siete curiosi, ecco la mia intervista per il blog di Img Internet.

 

 

Lascia un commento