Cosa fare quando il nostro partner russa?

Come risolvere il problema delle relazioni interpersonali?

In che modo tornare in forma dopo un’abbuffata?

Sono solo alcune delle domande che ogni giorno ci poniamo e che, quasi automaticamente, sempre più spesso trasferiamo a Google. Il motore di ricerca ha imparato a conoscerci al punto che da anni, ormai, si parla di “semantic search” (ricerca semantica) e “user intent” (ovvero l’intento di ricerca dell’utente).

Ikea Retail Therapy: come utilizzare con intelligenza le evoluzioni della SEO

Partendo da queste evoluzioni, Ikea ha sviluppato un nuovo sito web che non sostituisce quello ufficiale ma vi si affianca, proponendo i prodotti da un punto di vista completamente diverso.

L’intuizione è geniale: ogni prodotto rappresenta la risposta a una necessità espressa dall’utente.

Questi tre esempi vi aiuteranno a capire la logica dell’operazione, condotta all’insegna dell’ironia e della leggerezza. 

Geniale, vero? L’idea funziona sull’immedesimazione, perché tutti noi siamo incappati nel marito/nella moglie che russa, nel fidanzato/nella fidanzata pigro/a, nel figlio o nella figlia adolescente che getta tutto all’aria.

Per chi volesse ulteriormente approfondire, questo video spiega efficacemente l’idea di fondo della campagna:

IKEA RETAIL THERAPY from Ourwork on Vimeo.

Questa idea ci insegna qualcosa di importante:  a partire da una profonda conoscenza delle dinamiche digitali (in questo caso della SEO) è possibile produrre campagne allo stesso tempo creative ed efficaci.

Complimenti quindi a Ikea per aver saputo cogliere l’evoluzione del motore di ricerca e anche le nuove abitudini degli utenti, che sempre più spesso si rivolgono a Google per avere risposte a temi delicati e importanti.

Per approfondire:

Ikea Renamed Products After Frequently Googled Problems That Those Products Solve

Tags:

Lascia un commento